POSTE ITALIANE -EMERGENZA CODIV19 - AVVISO PAGAMENTO PENSIONI MESI DI MARZO E APRILE

In linea con le disposizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, anche per i mesi di marzo e aprile 2021 Poste Italiane prosegue con il pagamento in anticipo delle Pensioni Inps.

Come già attuato nei mesi precedenti, la scelta di anticipare il calendario dei giorni di pagamento, non concentrando le operazioni in un’unica giornata, è motivata dall’esigenza di favorire l’applicazione del distanziamento sociale per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Si indica di seguito il calendario delle giornate dei pagamenti suddivise per lettere

Per gli Uffici Postali  aperti su 6 giorni

i cognomi:

MARZO 2021

dalla A alla B martedì 23 febbraio ;

dalla C alla D mercoledì 24 febbraio;

dalla E alla K giovedì 25 febbraio;

dalla L alla O venerdì 26 febbraio ;

dalla P alla R sabato mattina 27 febbraio;

dalla S alla Z lunedì 1 marzo.

APRILE 2021

dalla A alla B venerdì 26 marzo ;

dalla C alla D sabato mattina 27 marzo;

dalla E alla K lunedì 29 marzo;

dalla L alla O martedì 30 marzo ;

dalla P alla R mercoledì 31 marzo;

dalla S alla Z giovedì 1 aprile.

 

Nel caso di Uffici Postali non aperti su 6 giorni si rappresenta quanto segue.

Apertura su 5 giorni:

I cognomi:    

dalla A alla C giorno 1

dalla D alla G giorno 2

dalla H alla M giorno 3

dalla N alla R giorno 4

dalla S alla Z giorno 5

Apertura su 4 giorni:

I cognomi:    

dalla A alla C giorno 1

dalla D alla K giorno 2

dalla L alla P giorno 3

dalla Q alla Z giorno 4

Apertura su 3 giorni:

I cognomi:    

dalla A alla D giorno 1

dalla E alla O giorno 2

dalla P alla Z giorno 3

Apertura su 2 giorni:

I cognomi:    

dalla A alla K giorno 1

dalla L alla Z giorno 2

Per tutti gli Uffici Postali aperti in un’unica giornata in tutta la settimana, il pagamentosarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata

Poste Italiane ricorda inoltre che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane. Pertanto, ciascuno è invitato ad indossare la mascherina protettiva, ad entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti, a tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.